Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 Guida vacanze   Contatto & richiesta 
+39 0471 72 79 68
 
 
Menu
 
 

80 anni area sciistica Alpe di Siusi

Festeggiate con noi l'anniversario nelle Dolomiti innevati!
Con i suoi 175 km di piste il comprensorio Alpe di Siusi/Val Gardena, il più vasto del carosello sciistico Dolomiti Superski, ha in serbo momenti di puro divertimento per principianti e professionisti di ogni età, grazie a 80 impianti di risalita. Il più ampio altipiano d’Europa ammalia gli sportivi invernali con il suo suggestivo panorama dolomitico, mentre sulle larghe piste assolate il piacere sugli sci è di casa.
 
 
Esattamente 80 anni fa, nell’inverno 1938/39, sull’Alpe di Siusi è stato inaugurato il primo impianto di risalita, la “slittovia Giogo-Panorama”, posando così la “prima pietra” del comprensorio sciistico sul più elevato altipiano d’Europa. Quest’inverno, celebriamo il suo 80° anniversario con nostalgici spettacoli in collaborazione con le scuole sci, che prevedono anche la messa in funzione dell’antica slittovia, così come una divertente gara internazionale retrò e ulteriori eventi.

Quando non disponeva ancora d’impianti e gli sciatori dovevano salire “a piedi”, l’Alpe di Siusi era già considerata l’area sciistica ideale e sede delle prime gare.

Il primo impianto di risalita dell’altipiano, la “slittovia Giogo-Panorama”, è stato messo in funzione esattamente 80 anni fa, durante l’inverno 1938/39. L’anno successivo, è stato inaugurato il primo skilift, il “Mezdì”, e nel 1949 la prima seggiovia, la “Monte Piz”.

Con la fondazione della prima scuola sci è stata offerta a sempre più appassionati di questo sport la possibilità di praticarlo. Qui, hanno mosso i primi passi anche leggende quali Martin Fill, Hans Steger e sua moglie Paula Wiesinger.

Le 21 strutture moderne di oggi sono sorte da quelle precedenti, di cui hanno mantenuto invariata la posizione, così da offrire la massima sicurezza e ogni comfort agli appassionati dell’outdoor per un’indimenticabile esperienza nelle Dolomiti.
 
Ritorna alla lista